14.50
Il tribunale di Sorveglianza di Milano ha respinto le richieste di liberazione condizionale e di semilibertà presentata dalla difesa di Renato Vallanzasca, condannato, complessivamente, a quattro ergastoli e 295 anni di reclusione.
Il protagonista della mala milanese degli anni 70 e 80 ha avuto negli ultimi anni un “cambiamento profondo”, “intellettuale ed emotivo”, e “non potrebbe progredire” continuando a stare in cella, le motivazioni con cui un’équipe di esperti della casa di reclusione di Bollate chiede liberazione del bel René