Tortura il gatto per vendicarsi della ex: denunciato operaio romeno

Ha voluto vendicarsi della compagna che lo aveva lasciato colpendola nell’unico affetto che, forse, le era rimasta: il gatto. Il povero animale, vittima innocente della follia umana, è stato torturato da un romeno da un operaio romeno di 46 anni, incensurato, che ha sfogato nel modo più brutale possibile la rabbia che covava in corpo.La triste e sconcertante storia è avvenuta a Spilimbergo, in provincia di Pordenone. Lo straniero, Leonut H., non gradiva la presenza del gatto della sua ex nella casa dove vivevano prima della fine della relazione. Per questo, in un impeto di follia, ha preso di forza la bestiola e l’ha chiusa in un trolley riempito di letame. Giusto per essere sicuro che l’animale non si liberasse, il romeno ha chiuso la cerniera della valigia con filo di ferro.Ma ciò non era sufficiente ad appagare l’ira del 46enne. E così, l’uomo ha appeso il trolley a una cancellata sotto al solleone con appeso un foglio sul quale erano scritte parole piuttosto volgari contro la ex compagna, sua connazionale di 52 anni di professione badante,Per fortuna, la valigia è stata notata da un’anziana vicina di casa attirata dal continuo miagolio che ha allertato le forze dell’ordine. Sul posto sono giunti i carabinieri che prima hanno liberato l’innocente gatto e poi si sono messi alla ricerca dell’autore del criminale atto, individuato grazie messaggio lasciato sul foglio. Il romeno, così, è stato denunciato per maltrattamento di animali.

(c) La Voce di Treviso è un progetto di TermoPix Testata telematica
non soggetta all’obbligo di registrazione (art. 3-bis L. 16 luglio 2012, 103
in materia di semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni.
Contatti: [email protected] - Piazza Trentin (TV).

.

.

.

.