Torino, sicurezza non lo fa entrare, straniero torna con molotov

Momenti di tensione ieri notte per il personale di una discoteca di Torino dove è solita concentrarsi la movida della zona.Stando a quanto riferito dagli inquirenti, intorno alle 2 del mattino uno straniero originario della Guinea si è presentato all”ingresso di un locale della movida dove ha preteso di entrare per recuperare una palla da basket. Il suo atteggiamento, da subito aggressivo, ha insospettito gli addetti alla sicurezza che, ritendolo un soggetto pericoloso, si sono proposti di recuperare il pallone negandogli l”accesso.Tale risposta non è piaciuta al 30enne africano, che ha dato immediatamente in escandescenze e se ne è andato promettendo ritorsioni.Passate soltanto due ore, infatti, l”uomo ha fatto ritorno spinto dalle peggiori intenzioni. In mano aveva una molotov e, brandendola di fronte ai due buttafuori, ha minacciato di lanciarla contro di loro e gli avventori che in quel momento si trovavano nella piazza di fronte alla discoteca.Lodevole il coraggio del personale del locale. Mantenendo il sangue freddo, le guardie sono riuscite a fermare il facinoroso ed a sottrargli la pericolosa arma prima che potesse arrivare ad utilizzarla. Ad un certo punto, il guineano è riuscito a divincolarsi ed a fuggire, ma la sua corsa è fortunatamente durata poco. La sicurezza aveva infatti provveduto ad allertare le forze dell”ordine e sul posto si sono presentati i carabinieri del nucleo radiomobile di Torino. Gli uomini dell”Arma sono in breve riusciti a rintracciare il violento in via Berthollet ed a mettergli le manette, anche se non senza qualche difficoltà. Il 30enne, infatti, ha opposto una strenua resistenza al momento dell”arresto.Portato in caserma, lo straniero è stato accusato di tentato incendio e resistenza a pubblico ufficiale.Si tratta di Gueladjo Koulibaly, un individuo già noto alle autorità per precedenti disordini.