Il ministro Danilo Toninelli finisce nella bufera. Tutta colpa di una foto. Il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, dopo aver partecipato al Cdm di Genova e ai funerali delle vittime della tragedia del ponte Morandi, ha ripreso le sue vacanze. E così su Instagram ha deciso di pubblicare un selfie in compagnia della moglie Maruska. E nella foto compare anche un cappellino della Guardia Costiera impegnata in queste ore nel caso Diciotti. La foto è stata accompagnata da una didascalia: “Qualche giorno di mare con la famiglia con l”occhio sempre vigile su ciò che accade in Italia. Ma tutti gli eroi della guardia costiera, dai vertici fino all”ultimo dei suoi uomini, sono sempre con me. Anzi li tengo sempre in… testa”. Un’immagine questa definita inopportuna da Forza Italia che ha messo nel mirino il ministro.”Avevamo chiesto che il ministro venisse già questa settimana in Parlamento per riferire sul disastro del ponte Morandi, ma Toninelli aveva fatto sapere di aver bisogno di tempo per raccogliere più informazioni e ha fissato al 27 agosto. Forse, vista la scenografia della foto su Instagram, il tempo gli occorreva per raccogliere conchiglie”, ha affermato il portavoce azzurro, Giorgio Mulè.Poi arriva l’affondo: “Siamo davanti a un oltraggio delle vittime e della verità – continua il deputato forzista – Il ministro Toninelli invece di stare spaparanzato al mare rimuova immediatamente come gli chiediamo da due giorni i componenti della commissione da lui nominati in aperto conflitto di interessi: chiediamo scusa noi per lui agli italiani. In quella foto non c”è l”Italia, ma un politico ridicolo che non si rende neppure conto di quanto sia inopportuno andarsene in giro e abbandonare la nave del suo Paese. Si vergogni”. Pronta la replica dello stesso Toninelli: “Mi fa ridere chi mi accusa di essere al mare con la mia famiglia. Sono fisso al telefono e seguo ogni cosa che riguarda il ministero dei trasporti. E sono felice di farlo stando vicino a chi amo di più e da cui sono quasi sempre lontano. Si chiama amore, ma forse per certa gente è solo un”utopia”.