8.47
Firmato all’Aran il primo contratto nazionale di lavoro del nuovo comparto
Istruzione e Ricerca che interessa un milione e 200.000 lavoratori tra docenti, personale Ata, ricercatori, tecnologi, tecnici e amministrativi.
Gli aumenti salariali sono in linea con l’accordo del 30 novembre 2016:si va da minimo 80,40 a massimo 110,70 euro.Salvaguardato per le fasce retributive più basse il bonus fiscale di 80 euro.Il contratto è stato firmato dopo 9 anni e una notte di trattativa.Rinviata la questione delle sanzioni disciplinari.