"Di Maio è simpatico, può presentare la lista dei ministri che vuole a caso ma tutti i numeri dicono che vincerà il centrodestra. Si metta l'anima in pace". Matteo Salvini, ospite a Matrix condotto da Nicola Porro su Canale 5 e in onda stasera, smonta così i sogni del candidato premier grillino. Il leader della Lega si dice sicuro del "progetto concreto" del suo partito.Ritornando sui fatti di Macerata, il leghista spiega: "Quando dico prima gli italiani è solo una cosa di buon senso". L'euro? "Non vorrei che dopo averci rimesso, entrando nell'euro, ora ci rimettessimo di più uscendo dall'euro, come si dice "cornuti e mazziati", una cosa a cui non ci sto".Il premier di Berlusconi? "Non mi interessa. Ad avere più voti nel centrodestra sarà la Lega, quindi il premier sarò io", afferma il leader del Carroccio. Che torna anche sulle polemiche per il rosario sventolato in piazza del Duomo a Milano: "Ce l'ho sempre con me, ora è nella giacca, che ho lasciato fuori. Da peccatore penso che ci sono regole, io ho sbagliato – dice riferendosi al fatto di essere divorziato – e mi porto il conto del mio errore. Ma senza parrocchie e ospedali privati l'Italia non sarebbe quello che è, non vedo un problema se giuro su qualcosa di più grande".Quanto al Pd Salvini dice: "Sta governando da sei anni, io sono all'opposizione. Di Renzi non mi fido più e io non vedo l'ora di essere messo alla prova. Noi per dover rispettare le regole europee siamo gli ultimi in Europa. Io chiedo agli italiani il mandato per andare a Bruxelles e decidere quando mandare in pensione la gente".