Rosemary, una vita per i veterani di guerra “A 103 anni è ora di andare in pensione”

Erica OrsiniLondra Avrebbe potuto ancora farcela, ma si è resa conto che stava diventando vecchia. Quindi ha deciso che era ora di andarsene in pensione. Rosemary Powell è un’ex infermiera inglese di 103 anni che ne ha trascorsi 97 tra le file dei volontari della Royal British Legion. Il suo compito era raccogliere fondi per i veterani di guerra, vendendo i famosi “poppies”, i papaveri di carta che nel mese di novembre ricordano i caduti di tutti i conflitti. L’organizzazione conta nel Regno Unito migliaia di volontari, ma sicuramente questa signora londinese dai folti capelli bianchi, ancora perfettamente lucida e indipendente, che ora è nonna e bisnonna, è la più anziana volontaria del Paese e quella con la carriera più lunga alle spalle. Da piccola, la signora viveva con la madre proprio vicino alla fabbrica che produceva i “poppies” e all’età di sei anni ha iniziato ad accompagnarla sul ponte di Richmond per aiutarla a venderle i fiori di carta i cui ricavi sarebbero andati a supportare i veterani. Un’iniziativa a cui gli inglesi sono particolarmente affezionati tanto che Rosemary e sua mamma sono sempre rimaste con il cestino vuoto. Nel 1921, la prima volta che la Royal British Legion lanciò il “prodotto”, gli acquirenti furono talmente tanti che Rosemary dovette correre a comperare della carta crêpe rossa e realizzarne degli altri perché quelli originali erano andati venduti nel giro di poche ore. “Il mio lavoro come volontaria ha avuto un’importanza fondamentale nella mia vita racconta la signora . Mio padre, Charles Ashton James, rimase ferito gravemente nella battaglia della Somme e ho perso due padrini e tre zii nella Prima Guerra Mondiale”.Anche il primo amore di Rosemary, Robin Ellis, morì nel 1944 precipitando col bombardiere Lancaster che stava pilotando. Durante la guerra, che alla fine le portò via anche il fratello più giovane, la signora Powell decise di iscriversi a un corso per infermiera volontaria. E così entrò nelle forze civili che si occupavano di curare i militari feriti. Più tardi, una volta sposatasi, Rosemary ha vissuto a lungo all’estero, ma senza mai smettere di dare il suo aiuto alle organizzazioni che dedicavano il loro lavoro al supporto dei militari che avevano combattuto nei due conflitti mondiali. Ha realizzato i suoi papaveri di carta in Africa e li ha venduti in occasione del “Remembrance Day” e i fiordalisi blu che in Francia vengono venduti per la stessa causa. “Per me ha spiegato ai giornalisti che hanno raccontato la sua eccezionale storia questa è sempre stata una causa importante per cui lavorare. Lo abbiamo sempre fatto per tutti coloro che sono morti per noi, per onorare il loro sacrificio”.”Siamo estremamente grati alla signora Powell per il supporto che ha dato attraverso più generazioni alla nostra organizzazione ha dichiarato la direttrice della Royal British Legion, Emma Cannings . Il suo impegno negli anni è stato fenomenale”.