Roland Garros: grande impresa di Cecchinato, fuori Berrettini

Giornata dedicata ai terzi turni oggi al Roland Garros nella parte bassa del tabellone.Splendida vittoria per Marco Cecchinato, che ribalta i pronostici della vigilia e batte in 4 set lo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 11 del ranking Atp e sicuramente più abituato alle grandi platee. Inizio lento per il tennista italiano che non riesce a trovare i suoi colpi e cede facilmente il primo set per 6-2. Partita nelle mani dello spagnolo, che si trova in vantaggio 4-3 e servizio anche nel secondo parziale. Viene fuori Cecchinato, che rimonta lo svantaggio e con un colpo di coda vince il set al tie break. A questo punto cambia totalmente lo scenario e la situazione psicologica dei due giocatori in campo. Il tennista siciliano, cresce in fiducia e in consapevolezza, mettendo in luce tutte le sue qualità, davvero sorprendenti. Concentrato al servizio, grande regolarità, affonda i colpi al momento giusto, Cecchinato vince con autorità 6-3 il terzo set. Spento e sfiduciato l’atteggiamento di Carreno Busta, l’italiano ormai è il padrone del match e chiude con facilità la partita 6-1. 40 vincenti per Cecchinato a corredare una prestazione eccezionale, sicuramente la migliore della carriera, che testimonia la piena maturazione del tennista azzurro. Approda agli ottavi dove attende il vincente tra Monfils e Goffin, sarà un’ altra prova del nove.Nulla può l’altro italiano in campo il giovane Matteo Berrettini, sconfitto in 4 set dall’austriaco Dominic Thiem, testa di serie numero 7 e splendido interprete su questa superficie. Non contava il risultato, troppo superiore Thiem, uno dei pochissimi, che al momento possa provare ad infastidire Nadal, era più importante verificare i miglioramenti e l’atteggiamento in campo dell’allievo di Vincenzo Santopadre. Esame superato a pieni voti per Berrettini che perso il primo set per 6-3, gioca almeno per un’ora e mezza pienamente alla pari con Thiem, vincendo il secondo set al tie break. Sorprendente la maturità con cui il tennista romano sta in campo ed è impressionante la facilità con cui riesce a far esplodere servizio e dritto. Pian piano esce fuori la superiorità di Thiem, straordinarie le sue traiettorie slice sul rosso. 6-3 6-2 i restanti set,passa il giocatore più forte ma Berrettini e tutto il tennis italiano possono sorridere.Vince soffrendo, Alexander Zverev che batte soltanto al 5 set il bosniaco Damir Dzumhur, numero 29 del ranking Atp, grande lottatore e autore di continue variazioni di gioco. Parte subito bene il tedesco, che senza alcuna difficoltà vola avanti 6-2 3-1, inizio agevole che sembrerebbe far presagire una giornata tranquilla per Zverev. Dzumhur reagisce, e dopo l’aggancio sul 3-3, strappa di nuovo il servizio a Zverev. Chiude il set 6-3 e pareggia i conti. Sale in cattedra il bosniaco che scandisce un ritmo imprevedibile alla partita con numerose palle corte vincenti. Break decisivo al nono gioco e parziale chiuso per 6-4 con Dzumhur che si trova in vantaggio 2 set a 1. In grandissima difficoltà Zverev, sorpreso dinanzi alle tante variabili tattiche del suo avversario. Sulla stessa falsariga il 4 set con il bosniaco che prima si trova in vantaggio di un break sul 4-3 e poi ha la chance di servire per il match sul 6-5. Qui cominciano ad emergere i limiti mentali di un giocatore di medio livello, incapace di chiudere la partita. Immediato il contro break di Zverev che porta a casa il 4 set vincendo al tie break. Comincia il quinto, inerzia a favore del tedesco che si trova avanti 4-2, sfruttando il passaggio a vuoto del bosniaco, giù di morale per le occasioni perse. Non si arrende Dzumhur, che recuperato il break, ha addirittura un match point sul 5-4, prontamente annullato da un servizio vincente di Zverev. Altra occasione persa per il bosniaco, che vede spegnere le sue speranze su un comodo passante di rovescio, che finisce in rete. Chiude Zverev 7-5. Altra vittoria sofferta per il tedesco, troppo incostante e discontinuo durante il match e graziato più volte dal suo avversario, servirà un cambio di rotta per arrivare in fondo al torneo, aspetta ora il vincente tra Pouille e Khachanov.Domani si giocano ancora i terzi turni, in campo Nadal-Gasquet e Fognini-Edmund.