Respinto l’ultimo ricorso dei genitori di Alfie Evans

Hanno deciso di non intervenire i giudici della Corte europea dei diritti umani, che hanno respinto l’ultimo ricorso presentato dai genitori di Alfie Evans, il bimbo di 23 anni ricoverato in stato semi-vegetativo a Liverpool e al centro di una battaglia legale.Secondo la Press Association britannica i genitori si erano rivolti in extremis a Strasburgo per avere un nuovo verdetto prima che i medici staccassero le macchine che tengono Alfie in vita, convinti che il bambino mostrasse dei piccoli miglioramenti. Papà e mamma si erano già rivolti alla Corte europea e già la loro richiesta era stata respinta.Venerdì la Corte suprema britannica ha rifiutato di riaprire il caso dopo che anche l’Alta Corte di giustizia britannica, la Corte d’appello si erano pronunciate a favore dell’ospedale che vuole staccare i macchinari.I genitori di Alfie avevano chiesto di spostarlo all’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma, dopo che anche Papa Francesco ha lanciato più appelli a salvaguardare in vita del bambino. Dopo il “no” di Strasburgo già oggi l’ospedale di Liverpool potrebbe staccare le macchine.