9.21
Il Senato polacco ha approvato una controversa legge sull’Olocausto che mira a difendere l’immagine del Paese ma che ha scatenato una lite diplomatica con Israele.
Approvata dalla Camera e in attesa della firma del presidente, la legge fissa una pena massima a 3 anni a chi accusi la Polonia di crimini nazisti o definisca polacchi i campi di sterminio. Protesta il premier israeliano: “Nessuna tolleranza per la distorsione della verità e la riscrittura della storia, né per la negazione della Shoah”.