Pizzicato con in tasca documenti falsi, finisce in manette un 23enne di nazionalità marocchina a Napoli. L”operazione porta la firma degli agenti della Polizia di Stato che hanno fermato il giovane a seguito di un banale controllo. Il nordafricano, infatti, aveva fatto sorgere sospetti agli agenti in servizio perché era stato beccato mentre gironzolava con atteggiamento fin troppo furtivo attorno ad alcune automobili in sosta in via Alessandro Poerio al quartiere Vasto.Così, quando gli agenti gli hanno chiesto di lasciarsi identificare e di fornire i documenti, il giovane ha estratto dalla tasca una carta d”identità e una patente che poi sono risultate palesemente contraffatte. La tessera di riconoscimento presentata dallo straniero ai poliziotti presentava una qualità di stampa carente mentre il numero del permesso di guida risultava sconosciuto agli archivi della Motorizzazione Civile.Per il 23enne marocchino, che era risultato sprovvisto di permesso di soggiorno valido, sono scattate le manette: risponde dell”accusa di utilizzo e possesso di documenti falsi. Inoltre, è stato denunciato per violazioni delle leggi in materia di immigrazione.