Paura a Genova: scricchiola il ponte Morandi

Il ponte di Genova desta preoccupazione. Ancora. A una settimana quasi dal crollo del viadotto Morandi, quel moncone rimasto in piedi non lascia dormire sogni tranquilli a esperti e vigili del fuoco. Le case sotto ciò che è rimasto dell’opera ingegneristica sono già state evacuate, ma oggi sono stati rilevati degli scricchiolii provenire dal moncone est.Per questo è stato deciso di bloccare le operazioni di recupero che erano state avviate per permettere agli abitanti del quartiere Sampierdarena di portare via con sé almeno alcuni oggetti. Lo stretto necessario. L”allarme sciacalli infatti è alto, solo ieri ne sono stati fermati altri due.A sentire i sinistri rumori del moncone est sono stati proprio alcuni cittadini, che hanno informato le autorità. Non pare si tratti di rumori dovuti al vento e così sono iniziati i rilievi tecnici per capire di cosa si possa trattare. La domanda che molti si pongono è se anche ciò che rimane del viadotto sia destinato a franare su se stesso oppure no.Intanto arriva una buona notizia da Autostrade. “A partire dalle ore 11 di oggi non verrà chiesto il pagamento del pedaggio sulla rete genovese, come annunciato nella conferenza stampa di sabato 18 agosto”, ha fatto sapere la società in una nota. “Il transito in autostrada diventa gratuito per chi viaggia sui seguenti percorsi e viceversa: Genova Ovest – Genova Bolzaneto, Genova Prà – Genova Aeroporto, Genova Prà – Genova Pegli, Genova Pegli – Genova Aeroporto”. Non solo. Sarà anche possibile ottenere un rimborso per chi è transitato in quelle tratte il 14 agosto. “Con una semplice dichiarazione (recandosi presso i Punto Blu di Genova Ovest e Genova Sampierdarena, oppure scrivendo a [email protected]) – scrive Autostrade – coloro che hanno pagato il pedaggio sulle stesse tratte a partire dal 14 agosto potranno chiederne il rimborso. Ai possessori di Telepass i transiti a partire dal 14 agosto sulle tratte in questione non verranno fatturati, senza che ci sia bisogno di alcuna azione da parte loro”.