18.54
Dovrà pagare 840mila euro,su ordine del Garante per la privacy, la Telecom Italia che ha effettuato telefonate promozionali,senza consenso,nei confronti di tutti gli ex clienti che non avevano dato l’autorizzazione a ricevere chiamate commerciali o l’avevano revocata.
Con questa campagna pubblicitaria la società intendeva verificare un loro eventuale cambiamento di interesse.
L’attuale ingiunzione di pagamento conclude un complesso procedimento avviato su segnalazione di numerosi clienti.