Treviso. Il direttore generale Benazzi: «Arrivano dal Ca’ Foncello, importante l’integrazione pubblico-privato»