I single a Milano, cioè i nuclei familiari composti da una sola persona, sono molti più del doppio delle coppie. E chi alla fine decide di sposarsi lo fa senza dubbio in ritardo rispetto a quello che succedeva una generazione fa. L’età media delle donne che in città vanno all’altare (o davanti al celebrante civile) è, tra le italiane, di ben 40 anni. Ecco i nuovi dati dell’Anagrafe del Comune sulle famiglie milanesi.Milano è una città di single appunto. Ma conta anche molte famiglie numerose. Sono quasi 6mila infatti quelle che hanno sei componenti o più. I dati dell’Anagrafe si riferiscono ai primi sette mesi del 2018. Le famiglie registrate dagli uffici di Palazzo Marino sono in totale 745mila. Salta agli occhi il netto primato dei nuclei di una sola persona. Sono più di 400mila, vale a dire molto oltre il doppio delle famiglie di due componenti che si fermano a quota 163mila. I nuclei familiari composti da tre persone sono invece 92mila.Un dato controcorrente è l’alto numero di famiglie numerose. Quelle composte da sei persone sono più di 4mila. Oltre mille contano sette componenti e 341 ne hanno ben otto. Poi ci sono i nuclei da record. Sono 123 le famiglie milanesi con nove persone che vivono sotto lo stesso tetto, ma ce ne sono una con 16 familiari e una con addirittura 17.Le statistiche del Comune prendono in considerazione inoltre il trend sui matrimoni. Numeri, scelte di rito, età dei coniugi. Le coppie che decidono di sposarsi continuano a preferire il rito civile, in un numero che è ben oltre il doppio delle unioni in chiesa: 1.260 matrimoni laici contro 533 matrimoni religiosi. Ma il dato più significativo riguarda l’età dei neoconiugi, molto alta rispetto a ciò che accadeva nel passato anche recente. L’età media della sposa, tra le italiane, è di 40 anni ed è di 44 anni per lo sposo. Un po’ più bassa l’età delle coppie che decidono di convolare a nozze tra i cittadini di origine straniera: intorno ai 35 anni.Tra i cognomi più diffusi si confermano Rossi e Hu. Il primo come lo scorso anno per le donne, che sono 2.233, e il secondo per gli uomini, che con 2.398 milanesi maschi supera ancora una volta cognomi ben più locali. I Colombo (1.567 uomini e 1.882 donne), i Brambilla (661 uomini e 747 donne), i Fumagalli (470 uomini e 521 donne) e i Beretta (433 uomini e 543 donne).Nel 2018 la città ha finora festeggiato l’arrivo di 5.558 nuovi nati. L’Anagrafe fornisce la classifica dei nomi preferiti da mamme e papà. Tra i 4.081 piccoli italiani quelli più frequenti sono Leonardo (111), Edoardo (82), Riccardo (78), Lorenzo e Alessandro (72) per i maschietti. Giulia (82), Sofia (75), Beatrice (71), Alice (64) e Matilde (63) per le bimbe. Mentre per i neonati stranieri, che sono stati 1.477, i più scelti sono Mohamed (24) e Sofia (16). Al secondo posto Adam (21) e Alessia (13), al terzo Ahmed (16) e Sara (12).