“Sta andando tutto a carte quarantotto. Di qui a qualche mese torneranno i tecnici al governo. Quelli che io ho combattuto per ristabilire il primato della politica. Mi dispiace e mi preoccupa”. È un Matteo Renzi amarissimo quello che affida le sue riflessioni su passato prossimo e futuro imminente