Una volta rassegnate le dimissioni, Matteo Renzi si è del tutto tirato fuori dai giochi, affidando le chiavi della sua corrente all’interno del Partito democratico al ministro dello Sport Luca Lotti. A lui sarebbe affidato il ruolo del regista, nella speranza di orientare la decisione finale del par