16.40
Patrizia, 49anni, dal 2012 affetta da Sla, è morta nella sua casa di Nuoro dopo avere manifestato per quattro volte – come prescrive la legge – davanti a un’equipe di medici e due testimoni, la volontà di rinunciare alla ventilazione meccanica.
E’il primo di caso di “morte assistita” dall’entrata in vigore della nuova legge, il 31 gennaio scorso. Alla donna è stata praticata la sedazione profonda per poi essere “estubata”. E’ morta in modo naturale senza provare dolore.