Nel caso di Luigi Di Maio onestà non sempre fa rima con austerità. Secondo i dati riportati dal settimanale Panorama, in quasi 5 anni in Parlamento il candidato premier del Movimento 5 Stelle è costato in rimborsi spese più di 400mila euro, vale a dire 7.310 euro al mese. Soldi, ovviamente, dell’ele