Beppe Grillo, in questi giorni, è un ometto sbattuto. Come il De Gaulle richiamato al potere nel riverbero della guerra d’ Algeria, come il signor Wolf che «risolve problemi» nei film di Quentin Tarantino o – più semplicemente come l’ affaticato badante del suo candidato premier Gigino Di Maio, Gril