Una vittoria sostanzialmente attesa già al momento dell’annuncio del cast. E poi messa in dubbio dal caso dell’auto-plagio che poi è stato risolto d’imperio dalla Rai con un “nulla di fatto”. In ogni caso Ermal Meta e Fabrizio Moro sono l’immagine della storia perfetta e perfettamente sanremese: i favoriti che a un certo punto sembrano perdere le speranze ma poi romanzescamente risorgono fino alla vittoria finale: “Per noi non c’è nessun senso di rivalsa, ma solo gioia e felicità. Le polemiche sono ormai superate”.Anche per lo Stato Sociale è una vittoria, nonostante siano arrivati secondi: “Non ci abbiamo mai creduto” dice uno di loro mentre un altro lo smentisce: “Non è vero, ci sarebbe piaciuto vincere”. Questa è stata la loro consacrazione definitiva e la conferma che talvolta la musica pop può diventare una bella favola.E per Annalisa è la conferma di una levatura ormai incontestabile con quello che è uno dei suoi migliori brani di sempre: “Sono realmente orgogliosa”, dice nel suo solito entusiasmo misurato.