La Figc ha sciolto ogni riserva: Mancini sarà il ct dell’Italia

La Figc ha sciolto ogni riserva e il prossimo commissario tecnico dell’Italia sarà Roberto Mancini anche se manca ancora l’annuncio ufficiale. L’attuale allenatore dello Zenit San Pietroburgo sarà chiamato a rifondare un intero movimento e a riportare in auge una delle nazionali di calcio più gloriose e vincenti del mondo. La concorrenza era tanta e negli ultimi giorni si era vociferato di Carlo Ancelotti sicuro ct dell’Italia anche se il Mancio ha dato dato il colpo di coda definitivo.Il commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini, ai microfoni dell’Ansa ha spiegato come nella giornata di ieri ci sia stato un incontro tra il vice commissario Billy Costacurta, il team manager Gabriele Oriali e il diretto interessato, Roberto Mancini, che ha dato la sua assoluta disponibilità a risolvere il suo attuale accordo con lo Zenit: “Siamo rimasti d’accordo che cominceremo a parlare di cifre e dei dettagli il 13 maggio, a conclusione del campionato russo”. Ora Mancini e la Federazione dovranno discutere dei termini economici anche se si parla di un budget di 5 milioni di euro per lui e il suo staff. La durata del contratto dovrebbe essere di due più due. Mancini potrebbe fare il suo esordio il primo giugno nell’amichevole di lusso contro la Francia di Deschamps che qualche giorno dopo parteciperà al Mondiale in Russia, a differenza dell’Italia che invece sarà solo una spettatrice.