La multinazionale trevigiana vende per 7,7 milioni di euro una quota del 55% di Npe, produttore di controllori elettronici