Isola dei Famosi, Jonathan sbotta in diretta: “Mandatemi ora a casa”

La semifinale dell’Isola dei Famosi è all’insegna dei litigi, delle dure stoccate e degli smascheramenti e sono proprio questi ultimi a far saltare i nervi di Jonathan.Il naufrago dell’Isola, in nomination contro Alessia Mancini, ha ribadito che a suo avviso la sua avversaria è soltanto “una bravissima giocatrice”. E dopo una serie di accuse e rimpalli di colpa, è arrivato il momento della prima pubblicità, ma una volta tornati in studio è successo l’incredibile. Le telecamere dell’Isola, infatti, hanno inquadrato Jonathan intento a litigare – molto duramente – con Amaurys. Il motivo? Pérez durante il break pubblicitario gli ha rivolto contro parole pesantissime.”Tiratemi fuori adesso – ha urlato subito dopo il break pubblicitario Jonathan Kashanian – per stare qui, non vedo l’anima al diavolo. Amaurys mi ha detto che io non vedevo l’ora che lui non tornasse quando è stato male. Queste parole mi offendono come persona. Alessia fammi tornare a casa”. E dopo questa rivelazione choc, la conduttrice dell’Isola ha chiesto spiegazioni proprio ad Amaurys, “perché queste cose stanno uscendo solo ora?”, che subito ha risposto: “Io gliel’ho letto negli occhi…”.Ma queste dure accuse fanno storcere il naso ad Alessia Marcuzzi: “Questa cosa di dire tutto in faccia a Jonathan soltanto ora, fa un po’ strano anche a me. Jonathan non mi sembrava così escluso fino allo scontro fra titani e per titani intendo lui e Alessia. Perché non gliele hai dette prima?”. Così Amaurys ha subito voluto rispondere: “Dopo la puntata ho detto che avrei chiarito con lui. Sapete che sono stato male, io ho rischiato pesantemente, quindi non ho più chiarito…”.Ma questo duro botta e risposta, non fa cambiare idea a Jonathan, anzi, il naufrago dell’Isola rincara la dose: “Lui sta dicendo queste cose perchè sono in nomination con Alessia, glielo ha detto lei. Ma comunque questo non è più un gioco, è il Trono di Spade. C’è un limite e un’etica, ci sono persone che ci guardano e io non mi sento di superare quel limite, io non mi sporco le mani”.