Un summit di due ore ad Arcore. Quello tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini è stato un “incontro cordiale e molto positivo come sempre”. È quanto fanno sapere fonti di Forza Italia. I due leader, si riferisce, “hanno fatto una disamina della situazione politica italiana, internazionale e economica e hanno parlato della condizione necessaria dell’esistenza del centrodestra. A breve l’intero centrodestra si ritroverà per risolvere tutti i punti all’ordine del giorno e trovare le posizioni comuni per i problemi che interessano il Paese”.Il nodo sul presidente della Rai sarà sciolto durante il vertice del centrodestra che dovrebbe tenersi prima della riunione della Vigilanza Rai. È quanto emerge al termine dell’incontro tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi ad Arcore dove erano presenti anche il sottosegretario Giorgetti e il vicepresidente di Fi Antonio Tajani.Secondo quanto si apprende da fonti azzurre i due leader e Giorgia Meloni si rivedranno per discutere e trovare una linea comune prima di mercoledì, giorno di convocazione della bicamerale. In Vigilanza è infatti attesa la mozione per votare nuovamente Marcello Foa alla guida di viale Mazzini.Salvini e Berlusconi, nel corso della riunione – cui hanno partecipato anche Giancarlo Giorgetti e Antonio Tajani – avrebbero telefonato alla presidente di FdI Giorgia Meloni per calendarizzare il vertice in settimana.Secondo fonti della Lega, quello di stasera è stato una visita privata, occasione anche per aggiornare personalmente Berlusconi su quello che è stato fatto nei primi 100 giorni di governo e su quello che sarà presto realizzato.Prima di recarsi ad Arcore, Salvini è stato ospite della D’Urso a Domenica Live. E lì, a parte la battuta “vado ad Arcore per vedere il Milano perché Berlusconi ha la televisione più grossa della mia”, ha confermato che i rapporti personali sono buoni. “Ho enorme stima perché è stato un grande nella politica, nel calcio, nell’editoria, nella televisione, ha rotto il monopolio Rai”. E proprio il dossier su Viale Mazzini, così come quello del nodo dei tetti pubblicitari, è sul tavolo dei due alleati di centrodestra.