Roma. Uno dei pochi eletti ammessi all’incontro lo sintetizza così, il senso di questo martedì appena passato, quello del vertice convocato da Matteo Salvini per discutere della manovra che verrà: “Il giorno in cui decidemmo di essere responsabili”. E la battuta, lasciata cadere con una certa noncur