Governo, si tratta ancora sui ministri. ​Ecco tutti i nomi sul tavolo

L’accordo potrebbe essere stato raggiunto. Lega e M5S avrebbeero trovato un ruolo a Paolo Savona nel “governo del cambiamento” che non sia il ministero dell’Economia, E, al tempo stesso, avrebbero partorito un nuovo nome per il Mef: si tratterebbe di Giovanni Tria, come scrive La Stampa citando notizie che filtrano dai palazzi della politica.Il ministero su cui si era incagliata la nave giallo-verde, dunque, finirebbe al professore ordinario di Economia politica all”Università di Roma Tor Vergata. Per Paolo Savona, invece, il nome a cui da ieri è appeso l’intero governo, sarebbe pronta la seggiola del ministero degli Affari Europei. A spuntarla sarebbe dunque Di Maio, che ieri aveva chiesto a Salvini di fare un passo indietro e spostare il professore in un altro posto di governo. Novità, a quanto pare, ci sarebbe anche per la casella degli Esteri che dovrebbe finire a Enzo Moavero-Milanesi.Domenica, dopo il “no” di Mattarella a Savona, Di Maio aveva dato lettura dei ministri “mancati” del governo che non era nato per i veti del Colle. Rispetto a quella lista, dunque, le novità dovrebbero essere tre: Milanesi prenderebbe il posto dell’ambasciatore Luca Giansanti (Esteri) mentre Savona occuperebbe una casella che tre giorni fa non esisteva.