Omicidio volontario. Questo il reato che la procura di Napoli ora contesta al gioielliere di Frattamaggiore che ieri sera ha ammazzato Raffaele Ottaiano, uno dei tre rapinatori che erano entrati nel suo negozio per svaligiarlo (guarda la gallery). Secondo la ricostruzione di quanto accaduto in corso Durante ieri sera, poco dopo le 18.30, l'uomo si trovava in casa con un amico quando si è accorto della rapina in corso alla sua gioielleria, ha preso la pistola e ha fatto fuoco.I tre balordi hanno parcheggiato gli scooter a pochi metri di distanza, poi sono entrati nella gioielleria "Corcione" che si trova nel centro della cittadina alle porte di Napoli, una zona molto frequentata di sabato sera. Il via vai della gente non li ha fatti desistere dal mettere a segno il colpo al negozio. Per coprire i propri volti avevano indossato maschere di carnevale. Il gioielliere, però, li ha sentito e imbracciata la pistola ha freddato Ottaiano che per l'occasione si era "travestito" da Hulk. Un altro, Luigi Lauro, 29enne con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato fortunamente bloccato da un ispettore libero dal servizio che passava di lì in quel momento. Mentre è caccia al terzo uomo in tutto il Napoletano, il gioielliere è stato indagato per omicidio volontario. Al momento la procura di Napoli Nord non ha emesso una misura cautelare nei suoi confronti.