Nella sentenza anche lettura di libri sull’immigrazione