Roma. A giudicarla con le parole di Antonello Giannelli, presidente dell’associazione nazionale dei presidi, verrebbe da dire che no, “non si fa in tempo a tirare un sospiro di sollievo, che subito bisogna tornare a preoccuparsi”. E quindi mercoledì, quasi insperata, la reintroduzione dell’obbligo d