Massimiliano Fedriga, presidente della regione Friuli-Venezia Giulia, usa il pugno duro contro i migranti che cercano di arrivare, attraverso la rotta balcanica, nel nostro Paese. “Dalla prossima settimana la Regione metterà a disposizione il Corpo Forestale del Fvg per attività di supporto ai controlli lungo la fascia confinaria tra Fvg e Slovenia e, nel frattempo, grazie al pronto intervento del ministero degli Interni, mai prima d’ora così tempestivo, le autorità preposte provvederanno ad allontanare da Trieste tutti i migranti irregolari che si sono resi recentemente protagonisti di bivacchi non autorizzati sulle Rive cittadine”, ha detto il presidente.Solamente poche settimane fa, era stata data la notizia che il Fvg aveva bloccato oltre mille migranti che avevano cercato di attraversare il confine. Il presidente della regione ha inoltre detto che è stato previsto “un rafforzamento dei controlli al confine del Fvg, con l’arrivo di uomini da altre parti di Italia” e che “oggi la Giunta del Fvg ha deciso di utilizzare il Corpo dei forestali” a supporto delle operazioni di controllo.”Stiamo valutando – ha dichiarato Fedriga – anche come poter coinvolgere la Protezione civile. Questo vuol dire fare. Non si risolve tutto in tempo reale. Siamo persone serie, affronteremo i problemi in modo concreto, cercando di prendere decisioni che possano portare dei risultati”.