“Guarda chi si rivede! Mancava solo lui all”appello”, con questa frase Matteo Salvini accoglie l’ultima critica che gli viene rivolta per come sta gestendo il caso Diciotti. Si tratta di Fabio Fazio, conduttore tv a volte critico nei cronfronti del leader della Lega.Dopo Roberto Saviano, dopo una lunga lista di parlamentari del Pd e della sinistra in genere, dopo l’Anpi e le altre associazioni, ora anche Fabio Fazio si iscrive al partito di chi considera un obbligo fa sbarcare gli immigrati a bordo della nave della Guardia costiera italiana. “Tanto tempo fa – ha cinguettato il giornalista – qualcuno ha scritto che ‘esistono le leggi non scritte e immutabili degli dei’ a cui bisogna obbedire innanzitutto. Bisogna consentire di sbarcare a tutte le persone a bordo della Diciotti”.A giugno il condutore di Che tempo che fa era entrato nel dibattito pubblico con una posizione simile e critica nei cronfronti del vicepremier leghista. Era il tempo della Aquarius e della Lifeline. “Nessuno sceglie da chi nascere e dove nascere – scrisse allora Fazio – Tantomeno se essere quello che attraversa il mare su un barcone o quello che invece decide se farlo attraccare in un porto sicuro. Non ci possiamo abituare a quello che sta accadendo in questi giorni”.