Dalla Merkel a Junker, le reazioni al giuramento di Conte

Messaggi di distenzione dall’Europa dopo il giuramente del governo Conte. Auguri che arrivano da tutte le cancellerie europee e non solo.Su tutte spicca, dopo qualche giorno di tensione tra Lega-M5S e Germania, proprio dalla terra di Angela Merkel. La canelliera ha ricordato che come fondatori dell’Unione Europea i due Paesi hanno forti legami “politici, economici e culturali”. “Sarò lieta di continuare questa stretta partnership e di rafforzarla ancora”, ha fatto sapere la Merkel nel messaggio di auguri a Conte. Nel messaggio diffuso dal suo portavoce, Steffen Seibert, ha aggiunto: “Italia e Germania sono unite da rapporti stretti e amichevoli in ogni ambito – politico, economico e culturale. In quanto membri fondatori dell’Unione europea, la nostra collaborazione si basa sui nostri valori europei comuni”.Anche il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, si è congratulato con il neo premier. “La Commissione sarà come in passato al fianco dell’Italia nel percorso di riforme e attenta alle sue attese e proposte per il futuro dell’Unione”, ha scritto in una nota in cui chiede all’Italia supporto per “una più intensa integrazione europea”. Dall’Ue messaggi distensivi sono arrivati da Frans Timmermans, primo vice presidente della commissione europea: “Ora c’è la crescita in Italia. La cosa è come utilizzare questa crescita nell’interesse dei cittadini italiani: questo è compito del Governo italiano. Noi siamo qui per collaborare – ha detto al Festival dell’Economia di Trento – Il presidente Junker – ha aggiunto – ha mandato una lettera al presidente Conte per dimostrare che siamo pronti a lavorare insieme. Abbiamo assolutamente bisogno dell’Italia, è per noi essenziale avere un buon rapporto con l’Italia”.Pochi minuti dopo il giuramento del nuovo governo, anche Vladimir Putin ha augurato buon lavoro al nuovo governo e si è detto speranzoso che il nuovo esecutivo “contribuirà allo sviluppo di una costruttiva collaborazione tra Russia e Italia”.Indine, un messaggio anche dal segretario al Tesoro americano: “Lavoreremo con il nuovo governo – ha detto Steven Mnuchin, a margine dei lavori del G7 finanziario in Canada – Il mercato ha avuto dei problemi. Il governo sa e capisce le questioni che deve affrontare. Dovranno lavorare con l’Europa, con noi. Rispettiamo il processo del nuovo governo”. Nessuna preoccupazionem dunque dagli Usa per il nuovo governo giallo-verde.