9 maggio 1978. La tragica morte di Aldo Moro segna una battuta d’arresto nella rotta di avvicinamento fra due culture, due diverse letture della storia che, complice la Guerra Fredda in atto, polarizzavano l’elettorato.