Provenuta dall’Atlantico un’intensa perturbazione sta interessando buona parte della Francia, in particolare le zone orientali e quelle meridionali, la stessa che sta entrando in azione anche sull’Italia a partire dal Nordovest. Nella notte tra domenica e lunedì il fronte ha distribuito piogge e temporali anche di forte intensità sulla costa mediterranea e sulle adiacenti zone interne, con nubifragi che si sono scaricati sul Golfo del Leone accompagnati da grandinate e numerosissime fulminazioni.

Poco dopo è stata la volta della regione del Var e della Costa Azzurra, dove si sono avuti temporali, nubifragi e colpi di vento, ma intensi fenomeni non stanno risparmiando Provenza, Rodano e Alpi Marittime.

Anche in questo caso giungono notizie di nubifragi e allagamenti che provocano locali disagi alla circolazione stradale. Ma l’impatto della perturbazione una volta raggiunto il territorio francese è stato devastante nella serata di domenica sulla zona pirenaica, una delle prime ad essere state raggiunte dalla perturbazione. Qui la notte è stata particolarmente dura su alcune zone, a causa dei violenti nubifragi e delle intense grandinate che si sono scaricate, bloccando il traffico sullo Stato di Andorra e rivestendo le strade di un bionco strato di grandine come in pieno inverno.

Nonostante il fronte principale stia sfilando verso est, al suo seguito l’ingresso di correnti più fresche causeranno una ripresa dell’instabilità pomeridiana su gran parte delle zone interne della Francia, innescando altri temporali a tratti di forte intensità che si esauriranno solo in serata.

© 3B Meteo