In alcune zone di Treviso, sui tabelloni elettorali sono spuntati i volti dei  lavoratori stranieri e dei richiedenti asilo