Asolo punta ad estendere la rete del gas metano e continua l’opera di
sostituzione delle vecchie tubazioni idriche

Nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale di Asolo ha approvato due distinti accordi per l’ampliamento della rete di distribuzione del gas metano e per la riqualificazione delle condotte dell’acqua. In particolare, grazie all’accordo con Ap Reti Gas (Gruppo Ascopiave) saranno metanizzate nuove zone del territorio comunale, tuttora sprovviste della rete del gas metano:
oltre 7 km di nuove condotte, con centinaia di utenze interessate, per un investimento di 350mila euro.

L’intervento interesserà le vie San Michele, Croce d’Oro, Villa Raspa, Loreggia, Madonnetta, Loreggiola e San Gregorio. L’ampliamento della metanizzazione rientra pienamente nella filosofia “green” dell’Amministrazione. Il gas naturale (metano) è sicuramente uno dei combustibili più diffusi sul territorio, offre margini di risparmio significativi rispetto agli altri combustibili sia per le caldaie ad alto rendimento che per quelle a condensazione e le emissioni inquinanti sono basse, purché sia effettuata una regolare manutenzione.

Grazie invece all’accordo sottoscritto con ATS (Alto Trevigiano Servizi) proseguirà la sostituzione delle vecchie condotte idriche in cemento/amianto con nuove tubazioni in ghisa sferoidale: 3 km di vie interessate, con un investimento di 220mila euro. La posa delle nuove condotte idriche riguarderà nella fattispecie le vie San Michele, Croce d’Oro,
Madonnetta, Loreggia, Loreggiola e San Gregorio. Gli interventi inizieranno nelle prossime settimane, seguendo la buona prassi dei precedenti: nelle vie interessate verranno realizzati i vari sottoservizi e allacciamenti e al termine si procederà alla riasfaltatura.

“La reciproca collaborazione tra Amministrazione, ATS e Ap Reti Gas ha permesso nel corso di questi anni di metanizzare e sostituire condotte di acquedotto su decine di chilometri del territorio, vincendo anche delle belle sfide come il recente intervento su via Browning – afferma il Sindaco
Mauro Migliorini -. Oltre all’aspetto “green” viene anche affrontato e risolto il problema delle perdite idriche che rappresentano una delle principali criticità nell’ambito di una gestione corretta dei sistemi acquedottistici. Il tutto per un’Asolo sempre più sostenibile e rispettosa dell’ambiente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *