Arrestata la moglie di uno dei sospetti rapitori di Silvia Romano

La polizia kenyota sarebbe vicina ad una svolta per il caso del rapimento della cooperante italiana Silvia Romano. Gli agenti hanno infatti arrestato la moglie di uno dei tre uomini sospettati si essere gli autori del sequestro. La donna è stata fermata insieme ad un’altra persona del villaggio di Tarasaa, nella contea di Tana River. Le manette sono scattate dopo una intercettazione telefonica tra lei e il marito. Adesso una fonte della polizia kenyota si dice ottimista sulla risoluzione del caso che potrebbe portare alla liberazione della ragazza milanese.”Dobbiamo interrogare le due persone per ottenere più informazioni su dove si trovi la vittima e sulle sue condizioni”, avrebbe fatto sapere una fonte della polizia. Silvia Romano è stata prelevata da un commando che ha aperto il fuoco in un centro commerciale. L’obiettivo del blitz era proprio la ragazza. Alcuni testimoni avrebbero sentito le urla: “Prendete l’italiana”. Adesso il cerchio attorno ai rapitori si stringe sempre di più.