Una vicenda assurda quella che arriva dall’altra parte dell’oceano, più precisamente da Dallas (Usa) e che è stata riportata a profusione dai media locali. Una poliziotta, Amber Guyger, finito il suo turno di lavoro aveva fatto ritorno in quello che credeva essere il suo appartamento: in realtà la donna ha preso una svista colossale, entrando non si sa come nell’abitazione di Botham Shem Jean, un 26enne caraibico che viveva da anni negli Stati Uniti. Credendo di essere nella propria abitazione e vedendo l’uomo che avrà scambiato per un ladro, l’agente ha sparato con la pistola d’ordinanza dei colpi all’indirizzo del ragazzo, il quale è morto sul colpo.Sdegno ed incredulità sono stati i pensieri caratterizzanti la manifestazione che si è tenuta due giorni fa in Texas, dove una folla enorme ha chiesto a gran voce la condanna per la poliziotta: “”Siamo qui ad esprimere il nostro sdegno, siamo qui a chiedere una assunzione di responsabilità”, – ha dichiarato Imam Omar Suleiman,- un attivista che ha partecipato alla veglia di protesta contro la brutalità della polizia negli Usa. – “Se non fosse stato un agente a premere il grilletto, questa persona sarebbe in carcere stasera”. La polizia di Dallas, in attesa di fare la dovuta chiarezza su questa vicenda davvero paradossale e con molti punti non molto chiari, ha dichiarato di aver sospeso dal servizio la Guyger non escludendo severe misure penali nei suoi confronti.