Agente allatta il figlio affamato di un’arrestata ed è promossa

Un gesto d’amore che le è valso una promozione. Lo ha compiuto lo scrso 14 agosto una poliziotta argentina, Celeste Ayala, ed è stato raccontato dal quotidiano Clarìn. L’agente era in servizio nell’ospedale Sor Marìa Ludovica a Buenos Aires quando sono arrivati sei bambini, tutti figli di una donna appena arrestata. I ragazzini erano tutti malnutriti, in particolare il più piccolo, di appena sei mesi. Così, non potendo fare altro, l’agente Ayala ha tirato fuori il seno e ha preso ad allattare il piccolo. La scena è stata fotografata da un collega della donna, che l’ha postata sui social network accompagnata da un messaggio vibrante di commozione: “Voglio rendere pubblico questo grande gesto d’amore che hai avuto oggi con quel bambino. Non lo conoscevi eppure senza esitazione ti sei comportata come se fossi sua madre. Non ti importava della sporcizia e del cattivo odore del bambino, che pure i medici dell’ospedale lamentavano. Cose del genere non si vedono tutti i giorni”. La fotografia è stata condivisa da oltre 110mila persone e ha inorgoglito il dipartimento di polizia: “Azioni come questa ci spingono a raddoppiare i nostri sforzi, il lavoro e la solidarietà per la nostra comunità”. Qualche giorno dopo la donna è stata promossa a sergente.